Bowiea volubilis

Le piante del genere Bowiea sono piante succulente caratterizzate da un bulbo tondeggiante e appiattito molto simile a una cipolla. Per questo sono note anche come cipolle di mare rampicanti.

Appartenenti alla famiglia delle Asparagaceae e delle Hyacinthaceae (Liliaceae), le Bowiea volubilis sono endemiche del Sud Africa. In particolare delle zone tropicali della Tanzania, del Malawi e della Namibia.

Nonostante il nome, queste piante grasse non hanno l’odore della cipolla (e NON sono commestibili).

Il loro aspetto è davvero unico e irriverente.

Infatti non mancano mai nel giardino degli appassionati e collezionisti proprio per la sua rara bellezza.

Come coltivare la cipolla di mare rampicante (Bowiea volubilis)

Perché coltivare la Bowiea volubilis?

  • Non morirà come le altre piante grasse
  • È molto ricercata tra collezionisti e appassionati
  • Porta in casa un’aria tutta nuova

Il bulbo è il cuore di questa pianta, da qui comincia la sua vita.

I suoi rami rampicanti di colore verde oliva sono molto particolari e quasi privi di foglie.

Apprezza un clima con 20 – 28°C, teme il gelo e in inverno va in riposo vegetativo. Assicurati di garantirgli sempre 15°C. (Zona 11 USDA)

In questa fase preferisce una posizione luminosa senza sole diretto (magari davanti a una finestra, a est o a ovest) e non gradisce il suolo bagnato.

Per una fioritura abbondante in estate, con fiori stellati bianchi e verdi, abbi cura di farla riposare bene. In settembre potrai anche raccoglierne i semi.

Vuoi sapere come crescere anche tu questa splendida pianta grassa?

Allora vieni con noi…

Qui di seguito ti presentiamo la Bowiea volubilis:

Luce

Bowiea-volubilis-luce

La Bowiea volubilis apprezza una posizione luminosa e non teme un’esposizione con sole diretto.

Fai attenzione invece al suo bulbo, che preferisce una posizione a mezz’ombra.

Questo perché nel suo habitat naturale cresce districandosi tra la vegetazione che gli fa da filtro.

Quando fa troppo caldo comunque, può capitare che alcuni rami rampicanti secchino.

Suolo

Per avere piante succulente rigogliose e in salute investire su un buon terriccio per cactus o terriccio leggermente acido è la prima mossa.

Deve essere leggero e sabbioso, ben drenante ma anche con materia organica.

La scelta più semplice è aggiungere un 30% di perlite o pietra pomice al tuo suolo preferito (la ghiaia NON è un’alternativa valida).

Evita i terreni acidi per azalee, quelli universali e quelli argillosi che trattengono l’acqua.

Acqua

Nel periodo vegetativo si può irrigare con moderazione (1 volta al mese), facendo attenzione a non inzuppare il suolo.

Affinché cresca al meglio, annaffia la volubilis Bowiea solo quando il terreno è bello secco.

Nel periodo di riposo vegetativo invece non bisogna innaffiare.

Se noti che il bulbo inizia a seccare, significa che ha sete e devi provvedere immediatamente. In questo caso rimuovere anche le foglie secche.

Propagazione

Propagazione-della-bowiea-volubilis

Una volta che il bulbo ha raggiunto le dimensioni ottimali (10 – 20 cm) inizia a moltiplicarsi, bello vero?

Prima di rinvasare le tue piante grasse puoi dividere i bulbi per propagare la tua cipolla di mare rampicante e scambiarla con gli amici.

Ovviamente fai asciugare i bulbi alcuni giorni prima di metterli a dimora nei vasi nuovi.

Questo è il metodo più veloce, altrimenti puoi provare con i semi.

La germinazione è molto semplice ma ti lascio un filmato alla fine della guida per germinare le tue piante grasse con successo.

UN TRUCCHETTO DA ESPERTI

Sai che si può propagare la cipolla rampicante anche dalla buccia?

Si tratta di un metodo semplice ma efficace per ritrovarti sommerso di cactus. Basta un bulbo maturo da cui poter prelevare dei veri e propri pezzi di buccia.

  1. Stacca dall’esterno alcuni strati del tuo bulbo a pezzetti
  2. Mettili con la parte concava a contatto con il suolo
  3. Mantieni leggermente umido il suolo, senza esagerare
  4. Inizieranno a formarsi piccoli bulbi intorno alla buccia
  5. Quando la buccia diventa come carta velina, è il momento del rinvaso
  6. Separa i singoli bulbi e piantali ciascuno nel suo vaso

Fertilizzanti

La Bowiea volubilis si accontenta di un concime per piante grasse, a metà dosaggio, ogni 2 mesi. Questo solo nella fase vegetativa.

Le foglie stanno diventando marroni?

Si tratta di una carenza di magnesio.

Puoi risolvere con i sali di epsom.

Le foglie stanno ingiallendo?

Forse è il caso di concimare per dare azoto e nutrienti alla pianta per rinverdirla.

Travaso e rinvaso

Il periodo ideale per travasare o rinvasare le tue Bowiea volubilis è alla fine della stagione calda quando i rami cominciano a seccare. Si può effettuare ogni 2 – 5 anni.

È buona norma rimuovere il terriccio vecchio quando rinvasi.

Oltre a questo dovrai anche ripulire le radici dai detriti e dai sassi ma, prima di rimetterla in terra lasciala asciugare per 7 giorni.

Ora non ti resta che procedere con il rinvaso:

  1. Riempi il contenitore per ¾ e sistema la pianta con le sole radici nel terreno
  2. Stendi uno strato di pietra pomice tra il suolo e il bulbo, come per sollevarlo
  3. Assicurati che le radici siano coperte, non innaffiare per una settimana dopo il travaso

Potatura

Alla fine dell’estate è anche il momento di rimuovere tutti i rami vecchi e deboli.

UN TRUCCHETTO

Ricorda di fornire sempre un sostegno ai rami di queste piante volubili affinché crescano forti e in salute.

Malattie e parassiti della Bowiea volubilis

  • Il parassita più temuto per questa pianta è la cocciniglia.

Sai come eliminare la cocciniglia in modo naturale?

Per prevenire la sua comparsa evita di bagnare i rami irrigando dall’alto.

  • Anche l’oidio, con la sua patina bianca, è nemico del nostro giardino.

Rimuovi tutte le parti della pianta che ne sembrano colpite e procedi al rinvaso.

  • Non dimenticare il marciume radicale.

Suolo zuppo, terriccio universale e troppa acqua sono le cause più comuni a questo problema.


Fonti: