Come coltivare le fragole in vaso

Cosa c’è di più estivo se non un bel piatto di fragole fresche?

Forse solo anguria e melone ma se lo spazio da dedicare al verde di casa è ristretto, imparando come coltivare le fragole in vaso potrai arredare in modo creativo un piccolo angolo del balcone e godere della dolcezza delle fragole appena colte da giugno a settembre!

Come coltivare le fragole in vaso?

TI piacerebbe avere il tuo piccolo giardino di fragole personale ma ti manca proprio il giardino?

Beh, sappi che le fragole sono piante piuttosto semplici da coltivare, non servono né grandi spazi né esperienza o abilità particolari, praticamente avrai bisogno solamente di un po’ di terra, dei vasi abbastanza grandi per il numero di piantine che hai acquistato e la posizione giusta dove metterle.

Senza contare che coltivare in vaso offre numerosi vantaggi:

  • Puoi spostarli in qualunque momento per metterli al riparo dalle intemperie (se necessario) o metterli in un punto più assolato
  • I vasi drenano più facilmente l’acqua in eccesso e dato che le fragole hanno radici a cui non piace la troppa umidità, non rischierai di farle marcire
  • Se sei una persona creativa potrai giocare con diversi contenitori e realizzare un angolo di grande fascino
  • Potrai scegliere una sola varietà o diverse, anche fragole rampicanti

Inoltre con i vasi è più facile aggiungere il concime liquido e controllare che non arrivino lumache o altri parassiti infestanti.

Ti ho convinto definitivamente, vero?

Allora ecco la guida passo-passo su come coltivare le fragole in vaso:

1. Prepara tutto l’occorrente

coltivare-le-fragole-in-vaso

Prima di iniziare dovrai avere sotto mano tutto l’occorrente per poter piantare le tue fragole.

Ecco cosa ti serve:

  • Vaso e sottovaso (o altro contenitore adatto)
  • Terriccio universale arricchito con perlite
  • Piantine di fragole
  • Guanti da giardinaggio
  • Paletta da giardino

2. Scegli il vaso giusto

Le fragole possono essere coltivate in quasi ogni tipo di vaso: cotto, ceramica, plastica, legno sono tutte opzioni più che valide.

Se non hai spazio a terra puoi piantarle in una balconette sulla ringhiera e magari alternare un vaso di fragole a uno di fiori colorati.

Volendo puoi utilizzare anche dei vasi sospesi che potrebbero facilitare la raccolta visto che le fragole tendono a penzolare ai lati del vaso. Di sicuro un vaso sospeso è molto scenografico e aggiunge una nota creativa a terrazza e balcone.

Se punti a una produzione un po’ più consistente perché sei davvero goloso di fragole (o magari vuoi fare qualche marmellata), puoi utilizzare delle fioriere verticali o delle strutture per orto verticale.

Altre soluzioni creative per coltivare le fragole sono:

  • Cestini con rivestimento interno in plastica
  • Carriole in legno
  • Piccoli barili
  • Mastelli e tinozze

Dato che le fragole hanno radici piuttosto sottili, non hanno bisogno di vasi profondi. Di solito per una piantina è sufficiente un vaso di 20 cm di diametro x 15 cm di profondità.

RICORDA

Se sei in dubbio fra due vasi per fragole, scegli quella un pochino più grande. I vasi piccoli avranno bisogno di essere innaffiati più spesso, senza contare che ammassare troppe piante in uno spazio ristretto influisce sul loro benessere.

3. Prepara il vaso e sistema le piante

  • Prendi il vaso e metti un primo strato di terra sul fondo in modo che il panetto della piantina arrivi all’altezza del bordo del vaso
  • Togli tutte le fragole dal loro vasetto e sistemale nel vaso lasciando almeno 10 cm l’una dall’altra. Cerca di non mettere più di 3 o 4 piante per vaso.
  • Usa la paletta da giardinaggio per riempire di terra tutto lo spazio nel vaso e fai una leggera pressione con le mani per compattare
  • Innaffia generosamente ma senza affogare le piante. Il terreno dovrebbe drenare l’acqua in eccesso che vedrai accumularsi nel sottovaso, non preoccuparti è così che deve essere.
  • Metti il vaso nella posizione che hai scelto

4. Metti il vaso di fragole nella posizione ideale

fragole-in-vaso
  • Le fragole hanno bisogno di stare in una posizione parzialmente assolata il che significa metà giornata al sole e metà all’ombra
  • La temperatura ideale per loro è quella compresa fra i 21 e i  29°C
  • I vasi di colore chiaro aiuteranno le radici a restare più fresche.
  • Ricorda che troppa ombra favorirà la crescita delle foglie ma le fragole saranno poche e più aspre
  • Aggiungi dello sfagno muschiato alla base delle piantine per mantenere un suolo ottimale
  • Non innaffiare mai con il pieno sole, rischi di far bruciare le foglie. Innaffia al mattino presto o al tramonto.

5. Come prendersi cura delle fragole in vaso

Una volta nel vaso le piantine di fragole hanno bisogno di qualche attenzione particolare per poter crescere vigorose e assicurarti un raccolto abbondante.

  • Concima

Fornirgli un buon nutrimento è fondamentale, soprattutto se non hai aggiunto del compost insieme alla terra nel vaso.

Di solito i terricci universali sono già piuttosto ricchi e per il primo anno dovresti essere a posto ma dal secondo in poi il terreno sarà sempre più privo di elementi nutritivi e questo impoverirà anche la salute delle piante e la loro produttività.

Ergo: DEVI CONCIMARE

Usa un fertilizzante naturale molto ricco di fosforo che può essere aggiunto al terreno senza toccare le foglie, ad esempio uno da mischiare all’acqua e da versare direttamente sulle radici.

  • Innaffia

Altrettanto importante sarà dar da bere regolarmente alle tue fragole in vaso.

La frequenza delle innaffiature dipende da diversi fattori come l’umidità del luogo in cui vivi, la temperatura e quanto è matura la pianta.

Il modo più veloce per capire se la tua piantina ha sete è infilando un dito nella terra. Se i primi 2 – 3 cm sono asciutti, è ora di innaffiare.

  • Raccogli e pulisci

Ricorda che le fragole succhiano energie dalla pianta quindi è importante che le raccogli una volta raggiunta la maturazione.

Mentre lo fai, dai un’occhiata alle piante e taglia via foglie secche o malate che possono indebolire la pianta di fragole o attirare parassiti.

Una delle ospiti indesiderate più comuni nelle fragole è la lumaca. Se noti foglie con una strana scia biancastra e frutti smangiucchiati, le lumache ti hanno trovato.

Le lumache sono golose di fragole ma non sono pericolose o aggressive per l’uomo, cerca di non ucciderle e magari spostala in un prato vicino a qualche bel fiore.

LO SAPEVI CHE

Esistono anche le fragole bianche?

6. Moltiplicazione delle piante di fragole

vaso-di-fragole

Noterai presto che le fragole crescono molto rapidamente e altrettanto presto noterai che alcuni steli sono più lunghi e più spessi di altri.

Quelli sono gli steli riproduttivi. La pianta madre li spingerà in un punto libero del vaso e il contatto con la terra li farà radicare creando nuove piantine di fragola.

Come dicevamo prima è importante avere vasi grandi proprio per evitare che le piante soffochino o che l’assenza di ricircolo d’aria attragga orde di parassiti e/o malattie.

Controlla questi nuovi gettiti e le piantine appena nate avendo cura di spostarle in un nuovo vaso appena avranno radicato a sufficienza.

7. Come affrontare il periodo invernale

Le fragole sono piante perenni, a fine stagione smetteranno di produrre i frutti ma resteranno verdi e dovrai attrezzarti per aiutarle a superare a pieni voti i mesi più freddi, soprattutti se abiti in località in cui il termometro scende molto sotto lo zero.

Non servono grandi competenze, l’unica cosa da fare sarà proteggere le radici dal gelo fornendo uno strato di riparo.

Il modo più facile per farlo è portare all’interno di casa i vasi.

Se non hai molto spazio, puoi usare un garage, la cantina o una piccola serra da balcone.

Oppure, se preferisci lasciarle all’esterno (o non hai proprio il modo di metterle al riparo da qualche parte), puoi creare un “nido” bello caldo con della paglia o dell’altro materiale naturale.

Puoi rivolgerti a un vivaio per farti consigliare qualcosa di adatto alla tua zona.

Lasciale coperte fino a primavera. Quando l’ultima ondata di gelo sarà passata dovrai solamente togliere la paglia e innaffiare le piante per “risvegliarle” dal sonno invernale. Al resto ci penseranno da sole.

8. Parassiti e malattie

Non sarebbe un articolo completo se non parlassimo dei parassiti e delle malattie che colpiscono le fragole, anche in vaso.

  • Marciume radicale: come detto, alle fragole proprio non piace avere “i piedi bagnati”. Troppa umidità creerà il terreno fertile per muffe e funghi che faranno marcire le radici.
  • Mal bianco: molto diffuso e non solo fra le fragole, il mal bianco si presenta come una sottile polverina bianca simile al bicarbonato che si deposita sulle foglie.
  • Afidi: gli afidi sono piccoli ragnetti che succhiano la linfa vitale dalle piante, una vera piaga per fiori, colture, alberi e frutti.

Attenzione anche alle formiche: i due sono strettamente collegati e in genere dove ci sono molte formiche ci sono anche gli afidi.

  • Lumache, bruchi e altri insetti: le fragole sono golose per noi ma anche per gli insetti che ne sono attirati. Molti insetti (in particolare le coccinelle) sono importantissime per la lotta contro i parassiti quindi ti sconsigliamo di liberarti di loro in modo aggressivo usando pesticidi chimici. Usa rimedi naturali che li allontanino.
  • Funghi: non i funghi come te li aspetti ma comunque funghi, in particolare la peronospora che si riconosce perché genera delle macchie sulle foglie e il loro successivo avvizzimento.

Le spore dei funghi si diffondono facilmente con il vento ed è molto difficile contenerle, soprattutto possono restare attive per decenni nel terreno. L’unico modo per trattare il problema è con prodotti appositi che generalmente sono a base di rame.

9. I vantaggi di coltivare le fragole in vaso

vantaggi-di-coltivare-le-fragole-in-vaso

Coltivare le fragole in vaso è semplice e divertente, una bella attività che volendo puoi svolgere insieme ai bambini e che darà a tutti enormi soddisfazioni!

Ma avere le fragole sul balcone offre anche numerosi vantaggi:

  • Spazio

Le piante delle fragole sono piccole e compatte, ti basta un davanzale assolato o una ringhiera per poterne coltivare abbastanza per gustare fragole fresche per tutta estate.

  • Bellezza

Alcune varietà di fragole fanno dei fiori simili a delle roselline selvatiche, così avrai frutti deliziosi e bellissimi fiori per arredare il tuo affaccio esterno!

  • Convenienza

Puoi piantarne quante ne vuoi e spostarle all’occorrenza, il tutto con un investimento davvero minimo.

  • Controllo delle malattie e dei parassiti

Con la coltivazione in vaso ti sarà più facile eliminare problemi di infestazioni e malattie, all’occorrenza potresti addirittura portare il vaso in un vivaio per farti aiutare o avere consulenza.

10. Quando sostituire le piante di fragole

Le fragole sono piante perenni ma la loro produttività potrebbe iniziare a diminuire dopo il terzo o quarto anno.

Tuttavia, dato che le fragole si riproducono molto facilmente, per sostituire le vecchie piantine di fragole con nuove più fruttifere ti basterà spostare le nuove nate dai gettiti delle tue attuali piante in un vaso con terra fertile.

Ora che la coltivazione delle fragole in vaso non ha più misteri per te, ci aspettiamo di ricevere un’infinità di foto per ammirare il tuo piccolo angolo verde (e la sua produzione rigogliosa!). Hai dubbi? Domande? Contattaci!

Coltivare Fragole in vaso : video