Come coltivare le fragole

Come me ami la frutta fresca, l’estate, il giardinaggio? Non puoi non avere l’orto in giardino!

Quanta frutta fresca per le tue macedonie ma non solo… Hai mai provato il gelato fatto in casa con la frutta di stagione?

Scava con noi per scoprire come coltivare le fragole in giardino!

Come coltivare le fragole

Quanto sono buone le fragole immagino tu già lo sappia…

Ma sai anche tutto quello che puoi farci?

Dal gelato fatto in casa fino alle torte e perché no anche qualche cocktail con gli amici…

Ma affinché siano davvero buone devi sapere come seminare le fragole a casa tua e conoscere tutti i trucchetti del pollice verde!

Ad esempio conosci il periodo di raccolta delle fragole?

Te lo dico io… dipende dal tipo  di pianta!

Vuoi scoprire altri segreti per piantare le fragole a casa?

Continua con la lettura…

Qui di seguito ti presentiamo come coltivare le fragole:

1. Scegliere una varietà di piante di fragola da coltivare

piante-di-fragola-e-fiori

Si fa in fretta a dire fragole ma poi le varietà sono anche molto diverse tra loro…

Prima di acquistare bisogna sapere quali scegliere e perché!

UN TRUCCHETTO

Quando devi acquistare delle piante di fragola ricordati di guardare la dimensione della corona attorno al gambo per capire il loro stato di salute!

  • Scegli quale tipo di fragola

I tipi di fragole come dicevo sono tante ma… sono tutte di colore rosso?

Certo, quello che cambia è il periodo di raccolta:

  • Fragole unifere (o precoci): si raccolgono in primavera, producono frutti grandi e dolci ma la raccolta è limitata e avviene nell’arco di due settimane circa;
  • Fragole rifiorenti (o bifere): le varietà rifiorenti producono due raccolti soddisfacenti l’anno, e nel mentre continueranno a produrre qualche frutto di piccole dimensioni, da cogliere mentre si passeggia in giardino;
  • Fragole fotoindifferenti (o quattro stagioni): questo tipo di fragole produce frutti durante tutta la stagione estiva e inizia già a Maggio. I frutti però sono di dimensioni ridotte rispetto alle varietà precoci o rifiorenti.

Per avere sempre frutta di stagione scegli piante di fragole foto indifferente. In questo modo potrai cogliere di giorno in giorno i frutti da mangiare freschi o in una buonissima macedonia con altra frutta di stagione.

Se invece hai l’abitudine a preparare conserve e marmellate per l’inverno allora ti consiglio un unico abbondante raccolto con le fragole unifere.

Se le fragole sono il tuo frutto preferito a scelta più efficace è quella di creare due impianti: uno quattro stagioni e l’altro di fragole unifere per ottimizzare il raccolto e avere sempre frutta in quantità!(E QUALITÀ).

  • Scegli la varietà giusta

Un altro fattore importantissimo per la fioritura delle fragole è il clima.

Ci sono diverse varietà di fragole adatte al giardino di casa tua devi solo scoprire quali.

Le più diffuse nelle nostre zone sono:

  • Alba
  • Asia
  • Anitabis
  • Gemma
  • Malaga

Scopri sempre quali varietà sono più adatte alla tua regione chiedendo direttamente al vivaio o al fornitore.

2. Scegli la giusta quantità da ordinare

Vuoi un raccolto abbondante?

Il primo passo è non sbagliare il numero di piantine.

Se ne compri poche ovviamente avrai pochi frutti…

Ma non pensare che basti comprare tante piante di fragole per riempire la dispensa. Se le fai stare strette sicuramente non daranno il massimo!

Innanzitutto pensa a quanto tempo puoi dedicare al tuo piccolo frutteto e quanta frutta vuoi raccogliere.

Facendo una media ti serviranno almeno 10 piante di fragola a persona!

3. Acquistare le piante o i semi di fragola

Ora che sai il tipo, la quantità e la varietà di piante di fragole non ti resta che prendertene cura per raccogliere frutti dolci e succosi.

Sai già come fare?

Per prima cosa devi scegliere tra semi di fragola o piante di fragola.

Puoi optare per un buon vivaio oppure scegliere di acquistare online. I venditori esperti e affidabili sono molti tra cui scegliere, vi ho lasciato i preferiti di Frutta Urbana, gli stessi provati anche da me!

4. Scegliere dove coltivare le fragole

semi-di-fragola

Sai già dove mettere le tue piante di fragola?

  • Prima di tutto scegli un posto al sole per una produzione bella e abbondante di frutti di un colore rosso acceso!

Fai in modo che ricevano almeno 6-8 ore di luce diretta affinché si sviluppino al meglio. Evita quindi posizioni ombreggiate o vicino ad altri alberi.

La distanza tra le piantine stesse e con altri arbusti è fondamentale per evitare che le radici entrino in competizione rubandosi acqua.

Lo spazio occupato da una singola pianta è di circa 30 x 30 cm. È buona norma tenere 40 cm tra le singole piante e 75 cm tra una fila e l’altra.

  • Il secondo aspetto fondamentale per la fragola è il terreno.

Questo infatti influisce sia sull’apporto di nutrienti sia sull’apporto idrico.

Nonostante le piante di fragola si adattano piuttosto bene è sempre consigliabile scegliere un terriccio di qualità e adatto allo scopo.

Le caratteristiche principali per un buon terreno sono:

  • Presenza di sostanze organiche
  • Buon drenaggio dell’acqua

La fragola infatti non sopporta i ristagni idrici!

Prima di innaffiare le tue fragole controlla sempre l’umidità del panetto di terra.

CONSIGLI DAGLI ESPERTI

Scegli un terreno drenante con una buona base sabbiosa a cui aggiungere sostanze organiche come stallatico o humus.

Le fragole non amano nemmeno la siccità!

Per rallentare l’evaporazione del panetto di terra puoi optare per la tecnica del mulching con paglia o corteccia.

Se il tuo terreno è troppo pesante e trattiene l’acqua allora devi procedere con un letto rialzato, almeno 20-25 cm dal suolo.

NON HAI SPAZIO IN GIARDINO?

AMI LA TECNOLOGIA?

Puoi provare le serre del futuro!

Per coltivare le tue piante di fragola in casa puoi provare uno degli innovativi sistemi idroponici che sfruttano le stesse lampade LED usate dalla NASA per i test di coltivazione su marte… curioso eh?

5. Sistemi di semina per la coltivazione di fragole

La prima cosa da sapere è che le fragole sono piante perenni.

Questo significa che torneranno a spuntare, anno dopo anno con un raccolto sempre più abbondante!

I sesti di impianto per le fragole sono diversi e per questo è importante scegliere bene prima di cominciare il lavoro!

Solitamente per le fragole unifere vengono usati sistemi di impianto a file sparse mentre le varietà quattro stagioni e foto indipendenti preferiscono un impianto rialzato o a collina per dare il meglio di sé!

Temi di compromettere il raccolto? Vuoi riparare le tue fragole dalle piogge primaverili?

Puoi anche scegliere di coltivare le fragole in serra come fanno gli agricoltori professionali.

Oppure puoi scegliere di coltivare le fragole in vaso in giardino o sul terrazzo se non hai molto spazio a disposizione.

Vuoi sapere come coltivare le fragole in vaso?

Per chi non ha spazio le fragole in vaso sono una alternativa valida per il giardino o il terrazzo.

Come per gli altri sesti d’impianto, anche le fragole in vaso hanno bisogno di molta luce. Scegli una posizione ben soleggiata!

Non dimenticare che in vaso la terra asciuga molto prima quindi dovrai tenere sempre un’occhio alle tue piante di fragola. Una soluzione utile può essere quella di installare un sistema di irrigazione a goccia per i le tue fragole in vaso.

Il momento del trapianto anche in vaso rimane lo stesso, in primavera.

Durante l’inverno invece potrai mettere le tue piantine in dormienza in garage, senza dimenticare di innaffiarle di tanto in tanto. Quando il periodo delle gelate sarà terminato, intorno a Marzo, allora sarà giunto il momento di rimettere i tuoi vasi all’aperto.

Conosci il giardino verticale?

Se hai poco spazio a disposizione questi vasi verticali fanno davvero al caso tuo!

Se invece preferisci il fai da te, ecco un video su come costruire un vaso verticale da balcone uno in modo divertente.

  • Sistema a file sparse

Il sesto d’impianto più usato per le varietà unifere, che producono stoloni, è quello a file sparse.

Lasciando circa 60 cm tra una pianta di fragole e l’altra  e 120 cm tra le file gli stoloni avranno lo spazio di radicare e generare nuove piante e frutti!

UN CONSIGLIO

Ricordati di lasciare liberi di crescere gli stoloni affinché diano il massimo con questa tecnica! Attento però a non superare i 100 cm di superficie per ciascuna pianta di fragola.

Con questo metodo avrai una fruttificazione abbondante con molti fiori ma l’aspetto dei singoli frutti potrebbe risentirne rispetto al sistema a collina.

  • Sistema a collina o rialzato

Il sesto di impianto a collina o rialzato è il più usato invece per le qualità foto indipendenti e quattro stagioni.

Si comincia con delle piccole collinette di terra alte circa 25 cm e larghe 60 cm. Queste collinette diventeranno il letto delle nostre piantine.

Cerchiamo di sviluppare le collinette una dopo l’altra in modo da creare delle file, le file del nostro impianto appunto.

Ricorda di tenere 100-120 cm tra una fila e l’altra. Utili non solo per raggiungere tutte le piante di fragola durante il raccolto ma anche per permettere il passaggio di aria ed evitare marciumi e muffe.

UN TRUCCHETTO

Rimuovi tutti gli stoloni non appena compaiono per mantenere le tue piante in salute! Ne gioveranno le tue piante di fragole ringraziandoti con splendidi frutti anche sulle corone laterali che spunteranno!

Per il tuo impianto in giardino questo sistema è sicuramente migliore e raccoglierete frutti molto più belli e grossi!

6. Preparare il tuo giardino per piantare fragole

varieta-di-piante-di-fragola

Se sulla carta è tutto chiaro ora non resta che mettersi all’opera!

Quando possibile prepara il terreno con un anno di anticipo rimuovendo erbacce infestanti e applicando un primo strato di mulching per migliorare la quantità di sostanze organiche e aumentare l’umidità trattenuta dal terreno.

Ricordati di smuovere il terreno in profondità per ossigenare la terra e aiutare le radici a farsi strada. 10 cm di profondità andranno benissimo!

Ma quindi quando piantare le fragole?

Il periodo ideale per piantare le fragole va da Settembre a Gennaio, meglio se in semenzaio, per arrivare verdi e sgargianti in primavera!

Il primo vero consiglio che mi sento di darti è quello di scegliere un buon terriccio universale o ancora meglio terreno per fragole.

In questo modo potrai avere un controllo anche sul pH del suolo.

Ricorda che il range di pH ideale per le fragole va da 5.8 a 6.2. Le fragole infatti apprezzano i terreni leggermente acidi ma attenzione perché i limiti sono tra 5 e 7.

Se non conosci il pH del terriccio (solitamente viene indicato sul sacco, tra le specifiche tecniche) allora puoi procurarti un pHmetro del terreno per scoprire la sua acidità.

Per correggere eventuali sbalzi di pH si possono usare ammendanti come gesso (per alzare il pH) oppure compost organico ben maturo (per abbassare il pH).

7. Piantare piante di fragola

Vuoi sapere quando trapiantare le fragole?

Questa è la sezione giusta!

Per il tuo orto in giardino il periodo ideale è in primavera, quando il terreno non è più zuppo!

È molto importante lasciare alle piante il tempo di adattarsi prima dell’arrivo dell’estate.

Come trapiantare le fragole è molto semplice:

  • Basta scavare una buca adatta ad accogliere l’intero panetto di radici;
  • Assicurati di aprire per bene le radici prima di stenderle nella buca;
  • Non resta che ricoprire la buca andando a creare una collinetta di terra AVENDO CURA di lasciare la corona di ciascuna piantina esattamente al livello del terreno per evitare marciumi o problemi di radicazione;
  • Compatta bene con le mani la terra tutta intorno in modo che non rimanga aria intorno alle radici.

8. Creare un buon ambiente per la coltivazione delle fragole

Creare un ambiente adatto alle nostre piante è fondamentale per un buon raccolto.

Dopo il trapianto la tecnica della pacciamatura (o mulching) è sicuramente tra le più consigliate ma non è certo l’unica per rendere le tue fragole più sorridenti.

Oltre ai vantaggi già detti con questa tecnica potremo evitare sbalzi termici nel suolo che possono produrre fioriture precoci molto deboli e quindi un raccolto di bassa qualità.

In compenso è molto importante rimuovere tutte le erbacce infestanti che cresceranno nel corso delle stagioni per lasciare spazio alle piante di fragole.

Un’altra strategia efficace è la consociazione di piante ovvero coltivare vicine tra loro piante che possono portare benefici le une alle altre in maniera naturale.

I fagiolini aiutano lo scambio di azoto e quindi una crescita più vigorosa!

Per proteggere le tue fragole dagli afidi invece puoi mettere loro vicino delle piante di erba cipollina.

Tra gli altri ortaggi con cui convivono ci sono la lattuga, i cavoli e gli spinaci.

9. Diversi tipi di fragole necessitano di regimi di cura specifici

coltivare-le-fragole

Se un buon raccolto è l’obiettivo allora ti interesserà ciò che sto per dirti…

Ogni tipo o specie di fragola ha diverse esigenze.

Essendo piante perenni il primo anno potrebbe essere necessario rinunciare al raccolto per permettere alle piante di fragola di crescere nelle giuste dimensioni.

Per fare questo limita la fruttificazione rimuovendo i fiori di fragola appena compaiono.

So che all’inizio può fare paura, ma l’anno successivo mi ringrazierai!

  • Per le fragole unifere, indirizzare gli stoloni è utile a creare i giusti spazi. Il numero adatto di piante di fragola è 5 al metro quadro.
  • Per le fragole quattro stagioni invece gli stoloni vanno rimossi solamente fino a Luglio il primo anno.

Vuoi sapere come pulire le fragole dagli stoloni?

Molto semplice, ti basteranno delle forbici pulite!

10. Requisiti idrici per la coltivazione di fragole

Le piante di fragola amano un terreno fresco e umido, ma non zuppo!

È importante fornire il giusto regime idrico soprattutto nel periodo di fruttificazione che va da Giugno a Settembre per garantire alla pianta tutti i nutrienti.

11. Fertilizzare le piante di fragola

Siamo quasi alla fine di questo articolo… ma il meglio arriva ora!

Per un raccolto davvero dolce dovrai fornire alle tue piccole il giusto apporto di sostanze nutrienti.

Per la fase vegetativa e di crescita, fino a Giugno, un fertilizzante bilanciato ( ad esempio 10-10-10) andrà benissimo per apportare azoto e microelementi.

Il momento migliore per fertilizzare infatti è dopo il raccolto e nel periodo di mantenimento.

Questo processo può ripetersi circa ogni 4-6 settimane.

Per le fragole in vaso invece è meglio fertilizzare ogni 2 settimane.

Quando devi scegliere in tuo fertilizzante ricorda che puoi sempre optare per un prodotto biologico come ad esempio il cornunghia ricco di fosforo e potassio ideale per la fruttificazione!

IL CONSIGLIO DAGLI ESPERTI

Evita però di fertilizzare quando devi raccogliere i tuoi frutti. È buona norma aspettare almeno due settimane tra la concimazione ed il raccolto.

Fai attenzione anche alla quantità di fertilizzante: un eccesso di azoto può portare alla produzione di foglie a discapito dei nostri amati frutti.

12. Proteggi le tue fragole in crescita

fiori-di-pianti-fragola

Finalmente iniziano a comparire i primi frutti sulle tue piantine… se hai paura che il tuo vicino abbia le braccia lunghe posso capirti…

Ma ti devo informare del fatto che le insidie sono molte per le tue fragoline…

Tra i tuoi nemici ci sono sicuramente gli uccellini che sperano di fare una buona merenda. Per loro basterà una rete di protezione ben montata.

Ma anche gli insetti e le lumache, che amano nutrirsi di zuccheri della frutta.

Una soluzione furba ed ecologica contro le lumache sono questi sostegni in plastica che permettono alle fragole di non toccare direttamente il terreno.Ci sono però anche molte patologie:

  • Muffa grigia o botrite: compare spesso nei periodi umidi col rischio di rovinare tutto! I primi sintomi sono la comparsa di macchioline marroni simili a bruciature sulla buccia da cui il frutto inizierà a deteriorarsi.

Per prevenire questo fungo è buona norma irrigare la mattina e tenere pulito il terreno sottostante le piante da detriti e foglie secche.

  • Oidio: se vedi comparire uno strato bianco tipo muffa intorno al frutto bè… si tratta di oidio. Questo avviene in particolare nei periodi caldi e di siccità. Evita di lasciare in panetto di terra troppo secco e tieni diradati i rami per evitare ristagni di aria. Se noti alcuni rami che iniziano a presentare questa muffa bianca rimuovili tempestivamente sanificando sempre le tue forbici.

Tra gli altri problemi delle piante di fragole vi ricordo:

  • Danni del gelo: nonostante la loro resistenza queste piante temono le gelate e sia i rami sia i frutti possono risentirne.
  • Punteruolo della vite: Questa patologia colpisce solitamente le fragole in vaso dove gli adulti lasciano segni evidenti sulle foglie. L’aspetto peggiore però arriva con l’avvento delle larve che, nel terreno, si nutrono delle radici facendo morire la pianta.
  • Appassimento da Verticillium: può sembrare una carenza di acqua ma non lo è. Si tratta di un fungo patogeno del suolo che distrugge le piante e il raccolto.

Vuoi prevenire questo fungo? Evita di piantare fragole dove hai già coltivato pomodori, melanzane, patate e peperoni.

13. Ristrutturazione del giardino delle fragole

Le fragole sono perenni ma non immortali…

Ecco perché la manutenzione del giardino è fondamentale tutte le stagioni soprattutto dopo il raccolto per dare nuova vita:

  • Per la coltivazione delle fragole un intervento di potatura potrebbe essere un’ottima idea.

UN CONSIGLIO

Non temere di essere troppo aggressivo perché una buona potatura può arrivare a rimuovere fino al 50% delle foglie e rami vecchi e danneggiati lasciando giusto qualche centimetro di vegetazione sopra la corona.

  • Rimuovere erbacce e infestanti e ripulire il suolo da eventuali detriti.
  • Applicare un fertilizzante bilanciato ricco in macroelementi.

Coltivare le fragole: video