Gli 8 migliori concimi per piante rigogliose e prati verdeggianti

Ti sei mai chiesto come fanno i blogger a coltivare piante d’appartamento così rigogliose o come fa il tuo vicino ad avere un prato così verde? Con tutta probabilità il loro segreto  è il miglior concime per piante,

Ogni tipo di vegetale ha bisogno di una certa varietà di nutrienti per crescere e mantenersi in salute. Tra questi ci sono i tre “macronutrienti” azoto, fosforo, potassio, insieme a piccole quantità di micronutrienti come il calcio e altri elementi. Se non ricevono queste sostanze indispensabili dal loro ambiente naturale, potrebbero non essere in grado di sviluppare radici, steli, foglie o fiori. E qui entra in gioco il fertilizzante.

Le migliori concimi per piante


Qual è il miglior concime per piante?

Ci sono fondamentalmente due tipi principali di fertilizzanti per piante verdi e fiorite che puoi trovare oggi sul mercato: il tipo minerale e quello organico.

I fertilizzanti minerali vengono prodotti chimicamente per fornire a tutte le piante le quantità esatte di nutrienti essenziali. Quelli di tipo organico, come suggerisce il loro nome, sono ottenuti da residui vegetali, letame di bestiame o da altre fonti naturali. In genere questi ultimi forniscono delle quantità meno precise di nutrienti.

Oltre che per la loro composizione, i concimi  sono disponibili in molte forme, fra cui capsule granulari, liquidi, a rilascio lento e altro ancora.

Qui di seguito ti presentiamo i migliori concimi per piante:

1. Il migliore in assoluto: Concime per piante vegano Blattwerk Pure

BLATTWERK Pure - 1.000 ml: fertilizzante 100%...

VEDI PREZZO SU AMAZON

Biologicamente puro, viene prodotto da erba da pascolo ed erba di prato. È completamente realizzato con materie prime rinnovabili. Viene prodotto secondo rigide norme dell’UE ed è privo di materiale geneticamente modificato, prodotti chimici e additivi.

Si presta ad essere utilizzato come fertilizzante universale per piante d’appartamento, frutta e verdura, erbe aromatiche e prato. Gli amminoacidi e l’azoto sono direttamente a disposizione della pianta e non devono essere immediatamente sintetizzati.

Caratteristiche chiave:

  • È un fertilizzante universale per piante d’appartamento, frutta e verdura, erbe aromatiche e prato.
  • Contiene alte concentrazioni di amminoacidi liberamente disponibili
  • Viene prodotto con materie prime completamente rinnovabili

Specifiche:

  • Marchio: Blattwerk
  • Confezione: flacone da 1 litro

2. Il migliore per applicazioni autunnali: Concime per piante Nitrophoska Gold Compo Expert

CONCIME UNIVERSALE NPK ORIGINAL GOLD (ex...

VEDI PREZZO SU AMAZON

Si tratta di un concime complesso bilanciato che contiene, assieme ai tradizionali elementi fertilizzanti, il 5% di azoto a lenta cessione Isodur.

L’azoto ad alta efficienza di Isodur, sotto forma di Isobutilidendiurea, è rilasciato gradualmente nel tempo, in modo da corrispondere perfettamente alle esigenze delle colture limitando le perdite nell’ambiente.

Si distribuisce con facilità ed è particolarmente indicato nella concimazione dei giovani impianti, di tutte le colture pacciamate e nelle applicazioni autunnali.

Caratteristiche chiave:

  • Contiene azoto a lenta cessione
  • È facile da distribuire
  • Ha una formulazione bilanciata

Specifiche:

  • Marchio: Compo Expert
  • Confezione:  sacco da 25 kg

3. Il migliore per dosaggio senza sprechi: Concime per piante Bio Compo

Compo, Concime Universale Biologico per Piante...

VEDI PREZZO SU AMAZON

Si tratta di un concime liquido universale completamente naturale specifico per piante orticole e da frutto in vaso, da balcone, terrazzo e in piena terra. La sua formula attiva fornisce alla pianta tutti i nutrimenti importanti sin dalla prima applicazione.

La disponibilità di azoto organico garantisce un sano sviluppo della pianta, il potassio migliora il colore e il sapore dei frutti. Le materie prime sono accuratamente selezionate, con severi controlli di qualità da parte dei laboratori aziendali e di istituti indipendenti per garantire le migliori condizioni per una crescita sana delle piante.

Il flacone ha un pratico tappo dosatore con 3 livelli per un dosaggio preciso e senza sprechi.

Caratteristiche chiave:

  • Concime consentito in agricoltura biologica
  • L’azoto organico favorisce lo sviluppo della pianta
  • Il potassio migliora il colore e il sapore dei frutti

Specifiche:

  • Marchio: Compo
  • Confezione: flacone da 1 litro

4. Il migliore per piante sempreverdi: Concime per piante con funghi

Empathy Afterplant Evergreen concime con funghi

VEDI PREZZO SU AMAZON

È particolarmente indicato per concimare tutte le piante sempreverdi, come ad esempio rododendri, azalee, cespugli di alloro e bosso. Ideale per l’uso dopo la semina per promuovere la crescita, contiene funghi micorrizici. Applicare dopo il primo segnali di crescita in primavera e quindi utilizzare periodicamente.

Caratteristiche chiave:

  • Promuove la crescita della pianta dopo la semina
  • Contiene funghi micorrizici
  • Da applicare in primavera

Specifiche:

  • Marchio: Empathy
  • Confezione: secchiello da 10 kg

5. Il migliore per piante acidofile: Concime per piante di limoni

LUPINI MACINATI KG 25 - CONCIME PER PIANTE DI...

VEDI PREZZO SU AMAZON

Questo fertilizzante naturale è a base di lupini macinati. Si rivela adatto a concimare agrumi di qualsiasi tipo e piante che necessitano di un terreno acido come azalee, ortensie, gardenie e così via.

Il dosaggio è di circa 40 – 60 grammi per un vaso di 30-35 cm. Viene proposto in una pratica confezione scorta.

Caratteristiche chiave:

  • È a base di lupini macinati
  • Indicato per piante che richiedono un terreno acido
  • Ne basta poco per risultati ottimali

Specifiche:

  • Marchio: Geosism & Nature
  • Confezione: sacco da 25 kg

6. Il migliore per rapidi risultati: concime per piante fiorite Nutri 1 One

NUTRI 1 ONE Concime Liquido Concentrato per Piante...

VEDI PREZZO SU AMAZON

A base di esclusivi estratti di origine vegetale e di preziosi microelementi, questo concime concentrato fornisce una nutrizione equilibrata con risultati di crescita evidenti in una settimana dalla prima applicazione.

Agisce su tutte le piante e in ogni stagione. Migliora l’adattamento ai cambiamenti di luce per avere un maggior sviluppo delle foglie e un aumento delle gemme.

Caratteristiche chiave:

  • È un mix di estratti di origine vegetale e microelementi
  • Risultati evidenti già in una settimana
  • Aumenta lo sviluppo delle radici migliorando l’assorbimento dei nutrienti

Specifiche:

  • Marchio: Nutri 1 One
  • Confezione:  flacone da 1 litro

7. Il migliore per formula bilanciata: Concime per piante grasse Gesal

GESAL Concime per Piante Grasse, 500 ml,...

VEDI PREZZO SU AMAZON

Formula bilanciata con microelementi attivi, che si rivela ideale per rendere tutte le piante grasse più robuste, resistenti al freddo e alle avversità.

Si tratta di una soluzione di concime NPK 5-5-7 (azoto, fosforo, potassio), con boro, rame, ferro, manganese, molibdeno e zinco a basso tenore di cloro. Da marzo a ottobre va utilizzato ogni 15 giorni, mentre da novembre a febbraio è da impiegare una volta al mese.

Caratteristiche chiave:

  • Irrobustisce le piante grasse
  • È una soluzione di concime con azoto, fosforo, potassio
  • Nella bella stagione si utilizza ogni quindici giorni

Specifiche:

  • Marchio: Gesal
  • Confezione: flacone da 500 ml

8. Il migliore per rapporto qualità prezzo: Concime per piante Nitrophoska Special Eurochem Agro

NITROPHOSKA SPECIAL CONCIME UNIVERSALE IN SACCO DA...

VEDI PREZZO SU AMAZON

È una combinazione di elementi nutritivi equilibrata e dosata tecnicamente in base alle necessità delle colture, per ottenere produzioni più elevate e di maggior pregio qualitativo. L’uniforme formulazione granulare consente una ottimale distribuzione anche localizzata.

Minime quantità d’acqua sono sufficienti per liberare dai granuli di concime le sostanze nutritive e renderle assorbibili dalle piante. Si rivela particolarmente adatto alle colture sensibili ai cloruri, come vite, frutticole, orticole a pieno campo,

Caratteristiche chiave:

  • Aumenta la produttività delle piante
  • Si impiega nelle concimazioni di base, di copertura e autunnali
  • Richiede poca acqua per l’utiizzo

Specifiche:

  • Marchio: Eurochem Agro
  • Confezione: sacco da 25 kg

Cos’è il fertilizzante?

concime-per-piante

Il fertilizzante è una miscela di sostanze nutritive specifiche per i vegetali. Sono disponibili in forma liquida e granulare e possono essere naturali, nel senso che sono fatti con sostanze presenti in natura, oppure chimici, il che significa che i nutrienti sono stati prodotti in un laboratorio.

Tutti i fertilizzanti sono etichettati con i loro macronutrienti, i tre nutrienti essenziali per la crescita delle piante sono tre: l’azoto (N) che aiuta a rendere più verdi i prati e stimola la crescita frondosa nelle piante; il fosforo (P) che contribuisce a rafforzare le radici; il potassio (K) che migliora la crescita complessiva delle piante, mantenendole sane ed equilibrate.

Insieme, questi tre nutrienti sono noti come NPK, dal nome dei loro elementi atomici sulla tavola periodica. I livelli di NPK saranno elencati sul sacchetto o bottiglia di fertilizzante, sempre nell’ordine azoto fosforo potassio. I numeri indicano la percentuale di ogni elemento. Ad esempio, un fertilizzante elencato con un NPK di 20-0-8 ha il 20% di azoto, lo 0% di fosforo e l’8% di potassio.

I fertilizzanti naturali di marca tendono ad avere una percentuale inferiore di NPK rispetto ai fertilizzanti chimici, il che significa che dovrai usarne in maggior quantità per gli stessi risultati. I fertilizzanti chimici spesso funzionano più velocemente dei fertilizzanti naturali. Tuttavia, questi ultimi spesso contengono nutrienti aggiuntivi che sono benefici per la salute del tappeto erboso.

Un concime naturale ha anche meno probabilità di bruciare i prati e le colture rispetto a quello di tipo chimico.

Come testare il suolo per i nutrienti?

Sapere quali elementi nutritivi mancano alle tue piante ti aiuterà a scegliere un il concime giusto. Un metodo efficace per scoprirlo consiste nell’utilizzare un kit per effettuare un test fai da te che puoi acquistare facilmente anche nella vendita online. Oltre al pH, un kit di questo tipo ti permette di controllare le principali sostanze nutritive presenti nel terreno, ad esempio azoto, fosforo e potassio.

Una volta fatto il test, saprai con precisione di quali sostanze nutritive hanno bisogno le tue piante e capirai come concimare l’orto, il giardino, il frutteto e i vasi di fiori e d’appartamento.

Composizione dei fertilizzanti?

Esistono molte diverse formulazioni di fertilizzanti, ognuna dei quali ha i suoi vantaggi e i suoi svantaggi. Vediamo insieme cosa considerare al momento della scelta.

  • A rilascio rapido

Come suggerisce il nome, i fertilizzanti a rilascio rapido aggiungono rapidamente sostanze nutritive al terreno. Questo aiuta le piante ornamentali e il tuo orto a diventare verdi rapidamente. Questi prodotto sono generalmente a basso prezzo.

Sfortunatamente, la maggior parte dei fertilizzanti a rilascio rapido non dura a lungo, quindi dovranno essere riapplicati frequentemente. Questo potrebbe renderli più costosi per una stagione poiché utilizzerai più fertilizzante per gli stessi risultati di un fertilizzante a rilascio lento. I fertilizzanti a rilascio rapido comportano anche un rischio maggiore di bruciare il prato poiché sono ricchi di sostanze nutritive.

  • A rilascio lento

Compo FLORANID Estate Autunno, Concime a Lento...

Questi fertilizzanti stimolano una crescita più uniforme e comportano un rischio ridotto di bruciare il prato e le piante. Sono inoltre adatti alla maggior parte dei tipi di erba.

Lo svantaggio dei fertilizzanti a lento rilascio è che possono impiegare più tempo per ottenere dei risultati. Questi fertilizzanti sono spesso più costosi di quelli a rilascio rapido ma durano più a lungo.

  • Anti infestanti

Ci sono tipi specifici di fertilizzanti che aiutano a contrastare la crescita delle erbe infestanti. Ciascun prodotto è specificatamente formulato per combattere diversi tipi di erbacce, quindi si consiglia di leggere attentamente le specifiche tecniche riportate sulle confezioni per selezionare il concime per prato più adatto al tuo manto verde.

È importante non utilizzare questi concimi su nuove zolle o semi di erba perché questi prodotti spesso contengono erbicidi che inibiscono la germinazione dei semi.

  • Concime invernale

Bottos CONCIME per Prato Naturale Estate Inverno...

SI tratta di un concime appositamente sviluppato per aiuta i prati a prepararsi per l’inverno. Un aumento dei nutrienti prima del rigido clima invernale manterrà il manto erboso sano, lo aiuterà a resistere alle malattie e promuoverà la crescita in primavera.

Questo fertilizzante per piante viene applicato nel tardo autunno ma non supporta la crescita del prato in autunno. Se hai un’erba seminata da poco, seleziona uno concime con un alto contenuto di azoto.

  • Concime starter

È progettato per aiutare la crescita delle piante appena seminate. È ricco di fosforo per rafforzare le nuove radici.

Le piante non possono dire se l’azoto, o altri nutrienti essenziali, che stanno assorbendo provenisse da una fonte organica o chimica, ma la scelta di un fertilizzante organico rispetto a quello chimico ha un impatto sulla salute delle verdure, del suolo e delle acque sotterranee.

Fertilizzante naturale o chimico?

È la classica domanda che sorge al momento dell’acquisto. L’opinione degli amanti del giardinaggio è abbastanza discordante a questo proposto. Vediamo insieme quali sono i punti di forza di una formulazione a base di sostanze naturali e di una creata con nutrienti chimici.

Fertilizzanti naturali

Un fertilizzante naturale rilascia i nutrienti lentamente, fornendo un flusso costante di sostanze benevoli alle piante. Non è aggressivo, quindi non danneggia le delicate radici delle piantine. Inoltre, migliora la struttura del suolo, aumenta la capacità di ritenzione idrica e incrementa la capacità di trattenere i nutrienti. Non da ultimo, crea un habitat naturale per lombrichi e microrganismi del suolo.

Fertilizzanti chimici

Un fertilizzante chimico è sviluppato in laboratorio per bilanciare con precisione le percentuali di nutrienti indispensabili per il benessere delle piante. In generale, ne è richiesta una quantità ridotte rispetto a quelli naturali per ottenere gli stessi risultati, quindi nell’arco della stagione comportano un concreto risparmio.

Quando applicare il fertilizzante?

Quando concimare dipende in gran parte dal tipo di pianta da concimare. Nel caso del prato, l’applicazioni periodica durante tutto l’anno è il modo migliore per mantenere sano il tappeto erboso. Per le piante da appartamento (inclusa la siepe in vaso), da giardino (come le piante acidofile) e l’orto si consiglia di seguire le istruzioni riportate sulla confezione del prodotto.

Le erbe della stagione calda come la zoysia dovrebbero essere fertilizzate 2-4 volte all’anno, iniziando appena prima dell’inizio della primavera, quando inizia a la crescita, e concludendo alla fine dell’estate. Cerca di concimare ogni 6-8 settimane fino alla fine dell’estate.

Le erbe della stagione fredda come la festuca dovrebbero essere fertilizzate subito dopo che il prato è tornato dalla dormienza invernale e di nuovo all’inizio dell’autunno. Non concimare nei mesi estivi più caldi.

Il fertilizzante dovrebbe essere applicato al mattino o alla sera per evitare di bruciare sotto il sole soffocante del pomeriggio. Applicalo dopo l’ultima gelata della primavera e prima della prima gelata dell’autunno. Fertilizza il prato 2-4 volte all’anno, in base ai risultati dell’analisi del suolo.

Come applicare il fertilizzante?

Il fertilizzante è disponibile in due forme: concime liquido o granulare. I tipi liquidi funzionano velocemente, poiché il prodotto viene assorbito rapidamente dalle radici. Tuttavia, deve essere applicato più frequentemente e c’è una maggiore possibilità di bruciare le radici ne caso in cui se ne metta troppo.

I fertilizzanti granulari sono più lenti da assorbire nel terreno e nelle radici, il che significa che ci vorrà più tempo per migliorare la salute delle piante. Ma i fertilizzanti granulari non devono essere applicati così spesso e ci sono meno possibilità di bruciare il prato.

Suggerimenti per scegliere il concime?

C’è molto di più del semplice NPK da prendere in considerazione al momento di scegliere il prodotto che fa per te.

Micronutrienti

I micronutrienti sono essenziali per la salute del suolo e la crescita delle piante. L’analisi del suolo mostra che la carenza di micronutrienti è comune nel suolo e può essere un fattore che contribuisce ai problemi dei parassiti e alla lenta germinazione.

Se un fertilizzante contiene uno dei micronutrienti comuni (boro, rame, ferro, manganese, zinco, magnesio, calcio e zolfo) viene elencato in etichetta dopo l’NPK.   

Composizione

Il fertilizzante tipico è costituito da quattro componenti: urea, azoto, cloruro di potassio e riempitivo. I primi tre componenti forniscono nutrienti al manto erboso, mentre il “riempitivo” normalmente non offre alcun valore.

Più urea, azoto e cloruro di potassio nella miscela, hanno meno bisogno di riempitivo. Quindi, quando selezioni un fertilizzante con un NPK più alto, avrai meno riempitivo nel sacco. Oltre all’NPK, i micronutrienti come il calcio e il magnesio riducono la quantità di riempitivo miscelato nel fertilizzante.

La maggior parte dei concimi di fascia alta utilizza biosolidi o altri prodotti a base organica come riempitivo. Quelli a basso prezzo impiegano il calcare, che fornisce zero nutrimento al suolo. È meno costoso, ma stai comunque pagando per un prodotto che non può essere utilizzato dal manto erboso.

Dimensione del pellet

Nei fertilizzanti miscelati, le singole particelle rimangono separate e c’è la possibilità che i nutrienti si scompongano. Questo problema può essere ridotto utilizzando materiali della stessa dimensione.

Puoi sempre trovare un sacchetto di fertilizzante più economico. Ma se guardi al costo complessivo, scoprirai che una confezione più economica normalmente ti costerà di più a lungo termine.

Conclusioni

In un mondo perfetto, il terreno del tuo giardino fornirebbe tutti i nutrienti e gli oligoelementi di cui le piante hanno bisogno. Ma nel mondo reale, il terreno e le piante hanno spesso bisogno di un piccolo aiuto.

Migliorare la salute del tuo suolo è la prima cosa che puoi fare per migliorare il tuo giardino, l’orto, il frutteto e le piante in vaso. I fertilizzanti forniscono una vasta gamma di macro e micronutrienti, incoraggiano una crescita rigogliosa e splendide fioriture e danno risultati sani e duraturi anno dopo anno.

Dal momento che siamo sempre alla ricerca di soluzioni naturali e a basso impatto ambientale, abbiamo messo in cima alla nostra classifica il concime per piante Blattwerk. Biologicamente puro, è completamente realizzato con materie prime rinnovabili. È un fertilizzante universale per piante d’appartamento, frutta e verdura, erbe aromatiche e prato.


Domande frequenti

🌺 Cosa devo cercare quando acquisto un fertilizzante?

La maggior parte delle piante ha bisogno di almeno un po’ di azoto in più, ma un test del suolo è il modo migliore per sapere quali nutrienti mancano al tuo terreno ed è la base per la scelta del fertilizzante. In mancanza di un test del suolo, considera cosa ti interessa che faccia il fertilizzante.

🌺 Quale fertilizzante fa crescere le piante più velocemente?

I fertilizzanti inorganici forniscono nutrienti immediati alle piante e le aiutano a crescere più velocemente. Questi concimi richiedono più tempo per essere assorbiti dal terreno, ma con il passar del tempo creano un terreno più sano. Se il tuo obiettivo è far crescere più velocemente una pianta, usa un fertilizzante inorganico.

🌺 Devo nutrire le mie piante ogni volta che innaffio?

Se aggiungi regolarmente i nutrienti  all’acqua con cui innaffi, dovresti dare alle tue piante tutto ciò di cui hanno bisogno. Tuttavia, se innaffi abbondantemente fino a quando l’acqua non viene drenata, farai finire nel sottovaso anche una parte dei nutrienti.