I 7 migliori timer per irrigazione: l’acqua giusta quando serve

Come il terreno, l’acqua è un elemento vitale per la vegetazione. Soprattutto con l’inizio della primavera e per tutta l’estate, per la corretta manutenzione del verde è indispensabile bagnare regolarmente il giardino e l’orto la sera tardi o la mattina presto. Ma se dopo cena non ne hai proprio voglia e non te la senti di fare delle levatacce, ti viene in aiuto il miglior timer per irrigazione.

Una centralina d’irrigazione a gestione settimanale ti consente  non solo di toglierti questo prima anche di ottimizzare il consumo idrico. Il problema principale nella gestione del verde è che spesso senza l’ausilio del timer finiamo con il consumare più acqua del necessario o al contrario di utilizzarne meno di quella che serve.

Le migliori timer per irrigazione


Qual è il migliore timer per irrigazione?

Il timer per irrigazione è una centralina elettronica finalizzata a gestire il funzionamento in automatico di un impianto di irrigazione.

L’installazione del timer ha diversi vantaggi: ti evita la necessità di attivare manualmente l’impianto ottimizzando l’irrigazione nelle prime ore del mattino prima che sorga il sole (e tu sei ancora a letto!) e nello stesso tempo somministra alle piante la giusta quantità di acqua ogni giorno nel momento più opportuno.

Qui di seguito ti presentiamo i migliori timer per irrigazione:

1. Il migliore timer per irrigazione in assoluto: Orbit Pocket Star Ultima Easy Deal

Orbit 94876 Pocket Star...

VEDI PREZZO SU AMAZON

Questa centralina da installare indipendentemente dai flussi, permette di gestire impianti di irrigazione automatici, semi-automatici o manuale, a seconda delle diverse esigenze. Alimenta un sistema modulare di valvole e può gestire fino a 6 zone.

Dispone di 2 programmi e 4 partenze per programma, che permette di impostare fino a 8 diversi cicli di irrigazione giornaliera. Nel vano morsettiera sono presenti le connessioni per il sensore pioggia e per il collegamento ad una pompa. Necessita di una batteria al litio per il mantenimento della memoria.

Caratteristiche chiave:

  • È un modello a 6 settori
  • La programmazione è semplice con Easy-Set Logic
  • Ha un ampio display lcd per una facile lettura

Specifiche:

  • Marchio: Orbit
  • Funzionamento:  trasformatore da 24 Volt + batteria al litio

2. Il migliore per facilità di programmazione: Timer per irrigazione a batteria Crosofmi

CROSOFMI Irrigatore Giardino Timer per Irrigazione...

VEDI PREZZO SU AMAZON

Questo temporizzatore offre una facile installazione, una programmazione flessibile e un’irrigazione automatica. In base alle tue esigenze potrai semplicemente impostare l’ora corrente, l’ora di inizio, la durata dell’irrigazione, la frequenza dell’irrigazione, il ritardo della pioggia e l’irrigazione manuale sui grandi pulsanti del quadrante.

L’ampio display LCD da 3″ è di facile lettura e semplifica l’impostazione dell’irrigazione. Prima di collegare il connettore rapido al connettore del rubinetto superiore, assicurati che sia ben posizionato un anello di gomma per evitare perdite d’acqua.

Caratteristiche chiave:

  • Nella confezione sono inclusi gli adattatori per rubinetto da ½ pollice e la guarnizione in gomma anti perdita
  • L’ampio display è di immediata lettura
  • La funzione di ritardo pioggia mette in pausa il programma in caso perturbazioni

Specifiche:

  • Marchio: Crosofmi
  • Funzionamento: a batteria (2 x AA alcaline)

3. Il migliore per utilizzo intuitivo: Timer per irrigazione a goccia Claber Aquauno Pratico

Claber 8425 Aquauno Pratico

VEDI PREZZO SU AMAZON

È un programmatore automatico a una via molto facile da usare: premendo il “verde” si avvia il programma: quando l’irrigazione è giudicata sufficiente, si preme il “rosso”.

Memorizza il tempo intercorso fra le due operazioni e ripete il programma, della durata massima di 60 minuti, tutti i giorni alla stessa ora.

Un led luminoso segnala tutte le fasi della programmazione e può visualizzare in ogni momento i tempi determinati dall’utente.

Caratteristiche chiave:

  • Per impostare la durata dell’irrigazione desiderata basta premere due tasti
  • Resiste a pioggia e umidità
  • È subito pronto all’uso

Specifiche:

  • Marchio: Claber
  • Funzionamento: a batteria (1 da 9V alcalina)

4. Il migliore per funzione di flusso continuo: timer per irrigazione Gardena

Gardena 31169 1169 Mechanical Water Timer with...

VEDI PREZZO SU AMAZON

Con questo dispositivo è possibile innaffiare in modo agevole e affidabile il giardino. La durata dell’irrigazione può essere impostata grazie all’ampia manopola rotante e può variare da 5 a 120 minuti.

Può essere lasciato montato sempre e può essere impostato per avere un flusso continuo.
Inizia immediatamente l’irrigazione e interrompe automaticamente il flusso d’acqua al momento prestabilito. Per il funzionamento non è necessaria alcuna batteria.

Caratteristiche chiave:

  • È uno strumento di tipo manuale
  • Può essere lasciato montato fisso per far scorrere l’acqua liberamente
  • Si può impostare la durata di funzionamento fino a un massimo di 120 minuti

Specifiche:

  • Marchio: Gardena
  • Funzionamento: meccanico

5. Il migliore per budget: Timer per Irrigazione Fesjoy

Fesjoy Computer per Irrigazione, Programmabile...

VEDI PREZZO SU AMAZON

Questo timer computerizzato, da installare direttamente sulla mandata del flusso di un rubinetto, consente di impostare il ciclo di irrigazione automatica e il tempo di irrigazione. Il ciclo di irrigazione può essere impostato fino a 16 volte al giorno e il periodo più lungo può essere impostato a una volta ogni 30 giorni.

Il tempo di irrigazione di ogni ciclo può essere impostato da 1 minuto a 9 ore e 59 minuti. Il grande schermo LCD, con indicazione di batteria scarica, mostra lo stato di irrigazione e l’ora / giorno standard.

Caratteristiche chiave:

  • Sono inclusi i connettori per rubinetti da ½ ” e ¾ “
  • Lo schermo LCD ampio e di facile lettura semplifica la programmazione
  • Offre una notevole gamma di impostazioni

Specifiche:

  • Marchio: Fesjoy
  • Alimentazione: a batteria (2 x 1,5 V alcaline)

6. Il migliore timer per azione filtrante: Timer per giardino Landrip

Landrip Timer per irrigazione Automatico, Timer...

VEDI PREZZO SU AMAZON

Il dispositivo ha preimpostati i tempi di irrigazione da programmare scegliendo l’intervallo  ogni 12/24/48 h. Può essere impiegato anche per irrigazione manuale: premendo il pulsante all-in-one  consente un’irrigazione istantanea e flessibile senza interrompere il programma preimpostato. 

Il timer entrerà nello stato di sospensione dopo la programmazione prima dell’avvio del primo ciclo di irrigazione, il che può far risparmiare molta energia.

Quando piove, imposta la funzione di tempo di ritardo incorporato fino a 22 ore per evitare irrigazione eccessiva e spreco di acqua. Il filtro metallico incorporato nel connettore del rubinetto superiore può filtrare le particelle estranee nei tubi dell’acqua come pietra, ghiaia, sedimenti e altre particelle più grandi, rendendo l’acqua in ingresso più pulita.

Caratteristiche chiave:

  • Utilizzabile anche per irrigazione manuale
  • Il coperchio per batteria è impermeabile IP65
  • Le batterie possono alimentare il timer per oltre 6 mesi

Specifiche:

  • Marchio: Landrip
  • Alimentazione: a batteria (3 x AAA)

7. Il migliore per rapporto qualità prezzo: Hunter Elc-401i Eco Logic

HUNTER elc-401i – Programmatore di...

VEDI PREZZO SU AMAZON

Si tratta di una centralina da interni che permette di controllare l’irrigazione da 1 fino a 4 valvole in maniera autonoma e completamente indipendente.

È dotata di due programmi: A e B. La memoria non è volatile, quindi la programmazione non si perde quando la si scollega dalla rete. Il calendario di irrigazione può essere programmato su 7 giorni oppure a intervalli definibili da 1 a 31 giorni. Consente 4 avvii giornalieri per programma.

Caratteristiche chiave:

  • Il ciclo manuale semplificato si attiva premendo un solo tasto
  • La regolazione stagionale va da 10% a 150%, con incrementi del 10%
  • L’orologio è in formato AM / PM o 24 ore

Specifiche:

  • Marchio: Hunter
  • Funzionamento: trasformatore 230 VCA

Guida all’acquisto del timer per irrigazione?

timer-per-irrigazione

Che si tratti del tuo orto, giardino, prato o piante ornamentali, l’irrigazione è fondamentale. Automatizzare questo processo con un timer ti dispenserà da questo lavoro ed eviterà qualsiasi dimenticanza. Però quale scegliere tra i tanti modelli disponibili e dove comprare il miglior sistema presente sul mercato?

Poiché non è facile con il fai da te orientarsi all’acquisto del sistema migliore – a meno di affidarsi ad un professionista per l’installazione di un intero impianto di irrigazione – abbiamo realizzato questa guida per aiutarti a scoprire l’apparecchio giusto per te. Potrai poi acquistare tramite la vendite online a prezzi decisamente più economici e risparmiare, anche se chiederai a qualcun altro di effettuare i vari collegamenti.

Quali sono i tipi di timer più comuni?

L’installazione di un sistema di irrigazione automatico è una soluzione semplice per irrigare il tuo giardino nella bella stagione e durante le vacanze e funziona in combinazione con  irrigatori da giardino e/o irrigatori a goccia. A seconda dell’installazione, esistono due diversi tipi di gestione dell’impianto: temporizzatori di irrigazione meccanici  e controller a distanza .

Timer per irrigazione

Questo è il modo più semplice per automatizzare il processo di irrigazione. Un programmatore o un timer per irrigazione si collega direttamente al rubinetto ed è accoppiato a un tubo da giardino.
Meccanici o digitali, possono essere programmati con una o più fasce orarie separate in cui si attiva automaticamente l’irrigazione. Alcuni modelli sono dotati di più uscite, denominate “prese”, per alimentare in modo indipendente più circuiti di irrigazione. Questi apparecchi normalmente funzionano a batteria alcalina.

  • Timer meccanici

Sono più adatti per sistemi temporanei o a bassa manutenzione con richieste di flusso e pressione ridotte. È una soluzione semplice ed economica, ma richiede comunque un funzionamento manuale ogni volta che viene utilizzato. Puoi irrigare una sola zona per volta. Non è richiesto alcun tipo di alimentazione esterna perché si connette solo al rubinetto di mandata.

  • Timer computerizzati

Forniscono una comoda opzione automatica nelle aree in cui l’alimentazione non è accessibile. Sono adatti alle esigenze di irrigazione di base in cui il budget è un fattore. In genere, le limitazioni per i timer computerizzati includono: inaffidabilità nelle applicazioni ad alta pressione, uscita di flusso inferiore e longevità generale. Vengono alimentati a batteria e possono servire per irrigare da 1 a 4 zone.

Controller irrigazione

Anche conosciuto come sistema di irrigazione centralizzato, il controller per irrigazione è generalmente installato in combinazione con un sistema di irrigazione fuori terra o interrato.

Gestisce spesso sistemi a più uscite (almeno 2). Direttamente collegato alla rete idrica specifico, può essere utilizzato come programmatore di irrigazione giornaliero, settimanale o puntuale. Una volta configurato e pronto per l’uso, il controller si occupa di tutto.

  • Controller a batteria

Sono ideali per le aree in cui non è disponibile l’alimentazione. Se non sono già incluse, queste centraline sono progettate per installazione con elettrovalvole. Offrono opzioni di programmazione molto più complete, nonché longevità, portata e capacità di pressione superiori rispetto ai timer computerizzati low cost.

Sono semplici da programmare e consentono di risparmiare sui costi di installazione ma devi gestire la durata della batteria e gli eventuali cambi frequenti per uso assiduo.

  • Controller ad energia solare

Se non hai un’alimentazione accessibile, i controller ad energia solare sono un’opzione eccellente. Non devi ricordarti di cambiare le batterie e puoi impostare l’irrigazione di più zone.

  • Controller di rete

Molto versatili, ti consentono di controllare più zone e hanno un sacco di funzionalità extra visibili sul display lcd. Se desideri una soluzione di irrigazione permanente per la tua applicazione, questi controller sono la strada da percorrere.

  • Controller basati sul web

Monitora, regola e mantieni il sistema di irrigazione del tuo giardino dal tuo smartphone, tablet o dispositivo web! Attenzione però: alcuni sistemi richiedono abbonamenti, provider di SIM esterni o connessione alla rete wireless. Quindi è importante capire cosa si adatta alla tua applicazione.

Terminologia del timer per irrigazione?

Rain Bird SST-600O - Timer semplice da impostare...

Timer e controller sono disponibili in molte configurazioni diverse. È quindi importante conoscere  alcuni concetti di base. 

  • Timer

Identifica in genere un dispositivo da posizionare all’estremità della canna. Queste unità si collegheranno tra un rubinetto, se di tipo europeo con filettatura del rubinetto da mezzo da ½  pollice (di solito sono forniti con adattatori se ti capitano tipi da ¾ di pollice dello standard americano) e il tubo della canna flessibile da ¾ di pollice con adattatore.

  • Estremità del tubo

Questo termine si riferisce alle filettature di un rubinetto standard per esterni. Tutti i timer sono progettati per essere collegati al rubinetto standard.

  • Controller

Definisce le unità che si collegano a un sistema collettore di valvole. Questi sistemi possono funzionare a corrente alternata (AC) o continua (DC) ed è importante abbinare valvole e controller alla stessa corrente.

  • Corrente alternata

Descrive il flusso di carica che cambia periodicamente direzione. Di conseguenza, anche il livello di tensione si inverte insieme alla corrente. L’AC viene utilizzata per fornire energia a case, edifici per uffici e così via.

  • Corrente continua

Invece di oscillare avanti e indietro come la corrente alternata, la corrente continua fornisce una tensione o una corrente costante.

  • WiFi

Questa funzione ti consente di connetterti al controller da qualsiasi luogo tramite Internet.

  • Bluetooth

È una funzione che ti permettedi connetterti al timer / controller tramite il tuo smartphone o iPad, di solito solo entro un raggio di circa 9 metri dal dispositivo.

  • Luce ambientale

Richiede la luce solare diretta per funzionare.

  • Orari di inizio al giorno

Definisce il numero di volte al giorno in cui potrai irrigare.

  • Zone

Rappresenta il numero di zone di irrigazione indipendenti di cui disponi.

  • Bar

È l’unità di pressione. La vedrai menzionata in quasi tutte le applicazioni di un sistema di irrigazione.

Come scegliere il timer per irrigazione?

migliore-timer-per-irrigazione

Può sembrare banale, ma rispondendo ad alcune domande di base sarai in grado di restringere le tue opzioni molto rapidamente.

Qual è la tua fonte d’acqua?

Se stai lavorando con un sistema di valvole a collettore fuori dalla linea principale dell’acqua, dovrai orientare la tua scelta sui controller. Un dispositivo di questo tipo va collegato a una o più valvole elettroniche dell’acqua che regolano ciascuna zona. Queste unità sono disponibili in AC o DC e sarà necessario assicurarsi che le valvole e il controller siano compatibili.

Ad esempio, se si utilizzano valvole alimentate a AC, sarà necessario che anche il controller sia AC.Se hai intenzione di utilizzare un tubo flessibile come fonte d’acqua, allora si consiglia di orientare la scelta ai timer da applicare a “fine tubo” .

Qual è la pressione alla tua fonte d’acqua?

Tutti i timer e le valvole richiedono una quantità minima di pressione per funzionare correttamente. La maggior parte dei timer da applicare all’“estremità tubo” richiede un minimo di 0,5 bar per funzionare correttamente.  

Al contrario la portata si riferisce indirettamente ai controllori in quanto questi dispositivi non operano sotto pressione; tuttavia, le valvole che controllano il flusso dell’acqua avranno bisogno di una pressione molto più elevata per funzionare correttamente rispetto ai timer che si applicano direttamente sulla mandata del rubinetto.

Le valvole a bassa pressione richiedono un minimo di 0,7 bar mentre altre necessitano di almeno 1,4 bar per funzionare bene.

La programmazione ti affascina?

Uno dei vantaggi di Bluetooth e WiFi è che puoi programmare dal tuo telefono, iPad o computer in modo intuitivo. Detto questo, ci sono timer super facili da usare; alcuni modelli dispongono persino di diversi  programmi preimpostati. Devi semplicemente ruotare la manopola sul programma di irrigazione che meglio soddisfa le tue esigenze e il timer fa il resto.

I modelli di marca con la programmazione di irrigazione manuale sono più a basso prezzo rispetto a quelli con il programmatore automatico completamente elettronico che programmi da remoto.

WiFi o Bluetooth?

I timer Bluetooth hanno alcune limitazioni di portata e richiedono una linea di vista diretta (quindi devi essere esterno dentro il raggio d’azione), ma ti offrono una facile programmazione e la possibilità di programmare comodamente dalla tua sedia – non dovrai più chinarti su un timer e cercare di leggere il piccolo schermo.

I controller WiFi offrono una gamma completa di funzionalità, incluso il fatto che puoi controllare la tua unità da qualsiasi luogo con connessione Internet. Inoltre, molte di queste unità si collegano direttamente alle stazioni meteorologiche locali e possono autoregolare i cicli di irrigazione in base alle condizioni meteorologiche.

Possono anche interrompere il funzionamento grazie a sensori pioggia (e talvolta anche ai sensori di umidità del terreno) che connessi con il sistema e interagendo con esso impediscono alla centralina di aprire le valvole quando è appena piovuto e finché il sensore non si asciuga.

Hai bisogno di irrigare due o più zone?

Il limite dei timer installati all’estremità del tubo, direttamente sulla mandata del rubinetto, è che sono progettati per temporizzare il flusso d’acqua di un singolo tubo flessibile che alimenta un sistema di irrigazione fuori terra (del tipo ad oscillazione o rotazione). Trovi anche apparecchi in grado di deviare il flusso d’acqua per irrigare due zone in modo semi indipendente ma non potrai andare oltre le due linee.

Per sistemi di irrigazione più complessi  o per la gestione di una rete con irrigatori interrati, solo le centraline alimentate dall’energia elettrica hanno la capacità di gestire da un minimo di una zona e, in alcuni casi, fino a 24 zone.

Conclusioni

La selezione del giusto controller di irrigazione dipende da numerosi fattori. Fra questi, i più importanti sono il fabbisogno idrico del tuo giardino, l’accesso all’energia e il budget. Ci sono molti controller sul mercato che offrono funzionalità molto diverse. In questo articolo ti abbiamo fornito una panoramica per scegliere solo ciò di cui hai bisogno in modo da non pagare per funzionalità non necessarie.

Sapiente equilibrio di prezzo e prestazioni, la centralina della Orbit è progettata per la gestione di  impianti di irrigazione automatici, semi-automatici o manuali.  Può gestire fino a 6 zone e dispone di 2 programmi e 4 partenze per programma, consentendo di impostare fino a 8 diversi cicli di irrigazione giornaliera. L’ampio display lcd è di  facile lettura e rende immediata l’interazione con il dispositivo.


Domande frequenti

💧 Come funziona una centralina di irrigazione?

Il controller dell’irrigatore dice a ciascuna valvola di aprirsi in un momento specificato, funzionare per un tempo specificato e quindi chiudersi. Alcuni timer per irrigatori possono essere collegati a dispositivi intelligenti che calcolano automaticamente quando e per quanto tempo il sistema dovrebbe funzionare e spegnerlo quando piove.

💧 Come si calcola il tempo di irrigazione?

Calcolare il tempo di irrigazione è un calcolo un po’ complesso in funzione della portata d’acqua dell’impianto. Inoltre il controllo dovrebbe essere eseguito nello stesso momento della giornata in cui di solito si procede con l’irrigazione del prato. Dovrai munirti di contenitori con le pareti diritte o dei pluviometri graduati per raccogliere l’acqua durante il tempo in cui rimane acceso l’impianto, ad esempio 10 o 20 minuti.

Procedi quindi con la misurazione in mm e fai la media aritmetica in base al numero dei contenitori: se hai irrigato per 10 minuti e il livello medio misurato è di 6 mm, significa che il tuo impianto nell’intervallo di tempo eroga 6 l/mq; moltiplica per 6 (fattore per raggiungere i 60 minuti = 10 min x 6) e troverai che i 6 l/mq per 10 min corrispondono a 36 l/mq/h e questo valore vi dà la portata dell’impianto per mq di superficie.

Per calcolare il tempo di irrigazione applica la seguente proporzione: 60 = quantità necessaria : x, dove la x è la nostra incognita “tempo di irrigazione”. Quindi x = (quantità necessaria*60)/quantità oraria calcolata. Ipotizzando un’erba che richiede 5 litri di acqua giornalieri per ogni metro quadro: x = (5*60)/36 = 8,3. Il tempo migliore che darà il giusto apporto di acqua al vostro prato sarà di circa 8 minuti al giorno (8 min per ogni zona).

💧 Per quanto tempo si deve irrigare una zona?

Di solito sono circa 30 minuti. Quindi 20 minuti, 3 volte a settimana equivalgono a circa 2,5 cm d’acqua sul prato e 30 minuti 3 volte a settimana circa 3,8 cm. Tieni presente che durante il caldo estremo, dovrai annaffiare di più, a causa dell’evaporazione e dello stress termico sull’erba.

💧 Quale filo viene utilizzato per l’irrigazione?

La maggior parte dei produttori include consigli sulla dimensione del filo da utilizzare con le proprie valvole, ma in genere è possibile utilizzare un filo di calibro 18 se la sua lunghezza (non la distanza) dal controller alla valvola è inferiore a 6 cm e viene installato come sistema residenziale.