Le 7 migliori balconette per portare un giardino pensile sul vostro balcone

Quante volte passeggiando per strada vi è saltato all’occhio un bel balcone fiorito, arredato con dovizia e magari, l’avete anche un po invidiato. Vi state immaginando come lo vorreste vedere non appena scostate la tenda o quando uscite di casa?

Con questa guida, tutto diventerà più semplice, anche per chi non è esattamente un pollice verde. Di seguito infatti, vi mostrerò in modo semplice e diretto, quali sono le scelte e gli step da seguire per costruire il proprio giardino pensile o semplicemente per dare un pò di vita e di colore alla facciata di casa nostra, con le migliori balconette sul mercato, adatte per amatori quanto per professionisti di giardinaggio.

Le migliori balconette


Qual’è la migliore balconetta?

Il materiale è la prima scelta da fare quando si tratta di balconette. Questo perché la salute dei vostri fiori potrebbe risentirne decisamente, se farete la scelta sbagliata. Un terrazzo ben esposto al sole, è chiaramente il posto sbagliato dove sistemare una balconetta in ferro, che accumulerà tutto il calore riscaldando inevitabilmente anche le radici.

Questo non è l’unico aspetto da considerare, poiché anche il design ha la sua importanza. Le fioriere si devono adattare perfettamente allo stile della vostra facciata. Dovrete quindi sfoderare tutta la vostra fantasia per scegliere tra una fioriera angolare ed una a doppia vista, piuttosto che esporre vasi da giardinaggio grezzi e poco estetici.

Qui di seguito ti presentiamo le migliori balconette:

1. Balconetta set completo di Lechuza

Lechuza Vaso Fioriera in Resina per Piante...

VEDI PREZZO SU AMAZON

E’ una grande fioriera in resina, color grigio ardesia. E’ ideale per piante verdi e fiori da balcone. E’ leggero e riciclabile, fornito di una comoda fodera rimovibile, che vi aiuterà nella semina dei vostri fiorellini preferiti o nel momento di spostarli all’interno, all’arrivo dei primi freddi. Inoltre è dotato di indicatore di umidità, che vi avverte quando è ora di irrigare.

Le dimensioni sono 78.7 cm x 17.8 cm x 17.8 cm, si adatterà perfettamente alla tua balconata o ad un muretto del giardino.

Il montaggio sarà semplice e sicuro se sceglierete gli appositi supporti sempre di Lechuza.


2. Balconetta fioriera di EDA

EDA Volcania Up Balconiera, Grigio Antracite, 59...

VEDI PREZZO SU AMAZON

Balconetta singola, dal design moderno e accattivante, ma che si adatta a stili anche rustici. Squadrata, grigia antracite, in resina per apportare molti vantaggi alla vostra scelta. Infatti questi modelli sono: anti UV ed antigelo.

La struttura multiuso permette di sistemare la fioriera sia all’interno sia all’esterno, rendendola ideale per fiori come per piante aromatiche.

Il vaso in questione, delle dimensioni di 60 cm x 19.5 cm x 22.8 cm di altezza, è fornito di prefori, che andranno aperti o meno a seconda dell’uso da interno o da esterno.

Inoltre è dotata di doppio fondo per trattenere l’acqua rilasciandola lentamente, così da evitare fastidiosi sgocciolii lungo il balcone.


3. Balconetta fioriera verticale Lolego di Art Plast

Balconetta'Lolego' Kit 3+4Pz

VEDI PREZZO SU AMAZON

Questa fioriera color tortora è una soluzione smart, per ottimizzare lo spazio nel tuo balcone, senza nessuna costrizione. Il set infatti è modulabile, adatto sia per interni che per esterni, sia da terra che sospeso. Non dovrete più rinunciare così ai vostri fiori o al vostro basilico in balcone. I loro profumi vi abbracceranno ogni volta che uscirete fuori per ammirarli o coglierne i frutti. Si adattano molto bene anche ad un orto verticale.

Sono balconette in resina termoplastica resistente, le loro dimensioni complessive sono 49 cm x 16.5 cm x 101 cm di altezza. E’ dotato di serbatoio antisgocciolo, rendendolo ideale per il balcone.


4. Balconetta Barcelona di Elho

Elho Barcelona all-in-One Fioriera, Talpa, 50 x...

VEDI PREZZO SU AMAZON

Si tratta di un modello da balcone, in resina, disponibile in diversi colori a seconda dei tuoi gusti. Il set completo è fornito di supporto da ringhiera con struttura rigida che non deforma il vaso, adatto per ringhiere fino a 6 cm di spessore. Non occorre altro per sistemare subito la vostra fioriera.

Le dimensioni sono 50 cm x 28.6 cm x 21.4 cm di altezza. Si tratta di uno dei modelli più scelti, per la qualità dei materiali e per l’aspetto, risultando uno dei migliori prodotti per rapporto qualità prezzo. Attenzione perché il supporto in ferro ha una portata massima di 15 Kg.


5. Balconetta doppia di F-U

F-U Fioriera Vaso Doppia autoreggente Bama Klunia...

VEDI PREZZO SU AMAZON

Non è la classica fioriera in plastica che siamo abituati a vedere. E’ infatti caratteristica per essere doppia e una volta fissata a cavallo della ringhiera, permetterà di esporre da ogni angolazione i vostri fiori preferiti. E’ verde, larga 40 cm e con una linea elegante, che si adatta bene a tutti gli stili di arredamento.

E’ un prodotto di prima qualità grazie all’impiego unicamente di resina atossiche, resistenti ai raggi UV ed agli sbalzi di temperatura, per la salute dei fiori e una lunga durata dei vasi, con un occhio all’ecologia.

Può essere sistemato anche su staccionate, reti e separè, purché con uno spessore massimo di 3 cm.


6. Balconetta Rondine di Bama

Bama BALCONETTA RETTANGOLARE 'RONDINE' Cm...

VEDI PREZZO SU AMAZON

Balconetta bianca, classica da esposizione per fiori. Ideale per ringhiere, inferiate e staccionate grazie ai supporti già presenti nel vaso. Gli agganci sono regolabili, per adattarsi ad ogni tipo di situazione.

Le dimensioni sono 50 cm x 20 cm x 18,5 cm di altezza ed una capacità di 11 lt. Inoltre, il serbatoio sul fondo per trattenere l’acqua in eccesso e distribuirla a necessità, è davvero una trovata utile per mantenere in salute i nostri fiori anche in estate.

Disposte in combinazione lungo la balconata creeranno un effetto davvero decorativo.


7. Balconetta di Bronzo

Bronzo Balconetta 50 C/Riserva

VEDI PREZZO SU AMAZON

Nonostante il nome del produttore possa trarre in inganno, si tratta di una balconetta in resina, dal classico color cotto, che si adatta bene alla maggior parte dei balconi e dei davanzali. Il design è davvero semplice e grazie al sottovaso antigoccia, la terra rimarrà umida anche nelle giornate più torride.

Le dimensioni ridotte della fioriera di 30 cm x 50 cm x 10 cm di altezza permettono di adattarle ad ogni ambiente, interno ma soprattutto esterno. Stanno bene sia sul davanzale sia sulla ringhiera, permettendovi di creare composizioni a vostro piacimento.

Sottolineo che il prodotto è venduto senza il supporto in ferro da ringhiera e per questo è davvero low cost.


Scegli il design per le tue balconette

Il primo passo, nell’acquisto delle vostre balconette è sicuramente quello di scegliere lo stile più adatto alla vostra casa. Le finestre infatti, non sono tutte uguali, possiamo trovarle di tutte le forme e dimensioni e per ciascun modello vi sono diverse soluzioni, tutte da scegliere usando il buon gusto.

Balconette separate

Balconette-separate

Quando si hanno a disposizione finestre uguali e molto grandi, magari con poco spazio tra le une e le altre, una serie di piccole balconette separate può essere davvero la scelta più accattivante.

Porterà un tocco di natura  e di colore, senza appesantire troppo la struttura e l’intera facciata. E’ infatti utile ricordare di non creare decorazioni troppo pesanti, mettete quindi le fioriere in modo alternato, di modo da lasciare qualche finestra libera.

Alternare tipologie e colori delle piante, anche solo 2 o 3 differenti aiuterà a creare armonia tra gli elementi. In fondo ciò che stiamo cercando è anche questo.

Balconette grandi

Balconette-grandi

Questo tipo di fioriere sono particolarmente indicate per case con grandi balconate e finestre ampie. Immaginate una lunga balconetta fiorita e piena di profumi, posizionata su di una bella balconata, magari con ringhiera classica in ferro battuto oppure in una soluzione a muro, discreta soprattutto dove si tiene un tavolo per pranzare o rilassarsi all’aperto.

Sarà un piacere per gli occhi, perdersi a rimirare la prospettiva di queste vasiere.

L’idea di continuità, tra una balconetta e l’altra, è ciò che più colpisce di questa disposizione.

Riguardo ai fiori, consiglio invece di tenere in considerazione il colore della casa e delle finestre prima di scegliere.

Balconette multiple grandi

Balconette-multiple-grandi

Quando le vostre finestre si ripetono in maniera identica sulla facciata di casa, le fioriere multiple sono una scelta azzeccata. Ovviamente vanno scelti con accortezza, essendo grandi potrebbero diventare pesanti all’occhio. Tenete sempre a mente di armonizzare il tutto, attraverso i colori ed il design dei singoli elementi, evitando un effetto un pò troppo arlecchino. La loro caratteristica sono i singoli contenitori separati all’interno di una grande vasiera, per splendide composizioni.

Per la disposizione dei fiori, quelli più alti dovrebbero stare dietro, lasciando lo spazio più esposto alla luce ed alla vista, a quelli più contenuti.

Scegliere il materiale della balconetta

Il secondo step invece, importante tanto quanto il primo, sta nel decidere il materiale e quindi l’aspetto che le balconette daranno alla nostra casa.

Sul mercato ci sono davvero modelli di ogni tipo, con colori e forme differenti. I materiali più comuni sono:

  • Legno
  • Metallo
  • PVC e resina

Ovviamente ciascun modello ha i suoi pregi ed i suoi difetti, come la ruggine, il peso oppure il costo. Inoltre non tutti i modelli si adattano al tuo stile, per questo la scelta deve essere ben misurata.

∙ Balconetta in legno

Balconetta-in-legno

Sono probabilmente i modelli che si adattano ad ogni stile di architettura. E’ possibile verniciarli a piacere e personalizzarli secondo il nostro gusto personale. Si trovano in diverse forme e dimensioni e sono sempre tra le fioriere più belle.

Tra i contro, vediamo sicuramente che per rallentare la loro degradazione, richiedono una manutenzione discreta, annualmente, dovrebbero essere riverniciate affinché mantengano un colore sempre acceso e luminoso.

I legni più classici e duraturi sono cipresso, cedro, sequoia e teak.

Un trucchetto per preservare al meglio le fioriere in legno è di rivestire internamente ciascuna balconetta con del telo in plastica, per proteggerle dall’acqua di irrigazione.

∙ Balconetta in metallo

Le balconette in metallo sicuramente non si degradano come quelle in legno, ma anche loro necessitano di manutenzione occasionalmente, per evitare inizi di ruggine che rovinerebbero ben presto la vernice. Tra i pregi dei metalli infatti evidenziamo la resistenza e la durata, a discapito del peso, che diventa invece più consistente.

Se invece cercate qualcosa di leggero e magari moderno, sempre in metallo, ci sono soluzioni in alluminio che fanno al caso vostro. Ovviamente per questa lega, il prezzo è più alto, ma ne vale decisamente la pena.

Unico punto a sfavore di queste fioriere sono le alte temperature che possono raggiungere se esposte al sole. Questo ovviamente potrebbe danneggiare le vostre piante bruciandone le radici.

∙ PVC e resine

Questi modelli sono i più moderni, e forse anche i più semplici da scegliere. Perché? perché sono disponibili nel più vasto assortimento possibile, per fare fronte a tutti i gusti. Sono leggere e davvero durature pur mantenendo un prezzo accessibile a tutti.

Inoltre la possibilità di personalizzarle, come per il legno, è quell’aspetto in più che le rende la scelta vincente, ma senza poter marcire.

Tra gli altri pregi, evidenziamo il fatto che alcuni modelli prevedono un sistema di autoirrigazione, un doppio fondo per trattenere l’umidità nelle radici e spesso sono semplici da installare perché leggere.

Fissare le fioriere sospese

La sicurezza nel momento in cui andiamo a fissare una balconetta alla ringhiera o al davanzale, è importante almeno quanto l’estetica. Potrebbe accadere infatti, se non fissate adeguatamente, che si stacchino col vento ad esempio, col rischio di colpire qualcuno di passaggio o danneggiando gli ambienti. Ecco di seguito qualche accortezza per fissare le vostre balconette:

  • Innanzitutto controllare che l’area sottostante non sia di passaggio, altrimenti la prima indicazione è di valutare un’altra sistemazione;
  • Posizionare la balconetta all’interno del balcone e non a sbalzo verso la strada;
  • Scegliete sempre il supporto giusto, meglio in ferro e soprattutto che sia adatto al modello di fioriera scelto;
  • Controllare sempre la portata indicata sulla struttura e seguire con attenzione le indicazione nel libretto di istruzioni per il montaggio.

La scelta dei fiori

La scelta dei fiori è importante quasi quanto quella dei loro contenitori. Ne esistono di tanti sgargianti colori, adatti a zone luminose o a mezz’ombra.

Ecco di seguito una lista delle qualità più usate:

  • Dipladenia
  • Begonie
  • Surfinia
  • Petunia
  • Geranio
  • Sunpatiens
  • Plumbago
  • Bougainvillea
  • Solanum jasminoides
  • Zinnia
  • Nasturzio

Ovviamente una cura adeguata li manterrà sempre belli e colorati, donando alla casa quel tocco in più. Per farlo però serve qualche accortezza, eccovene alcune per avere sempre:

∙ Fertilizzare i fiori

Fertilizzare-i-fiori

La fertilizzazione è un aspetto importante per avere sempre fiori in salute. Un regime di nutrimento settimanale, sarà più che sufficiente. Io uso con successo un comune fertilizzante da fiori con valori nutritivi 20-20-20 (NPK).

In caso di problemi radicali, vi consiglio invece un prodotto con alte concentrazione di fosforo, come ad esempio un prodotto con NPK 10-30-20, per ristabilire il giusto equilibrio della pianta.

∙ Composizioni autunnali

Per il periodo autunnale invece, quando le temperature calano e non tutte le piante hanno sufficienti energie, ci sono altre tipologie di fiori altrettanto belli che si adattano perfettamente ad una composizione da balcone, rimanendo in forma nonostante le basse temperature. Potrete così vantare un balcone fiorito e colorato anche in autunno, dal quale affacciarvi e godere degli splendidi colori autunnali semplicemente seguendo la stagionalità delle vostre piante.

Tra le tipologie di piante autunnali più diffuse per il vostro balcone ci sono:

  • Ciclamini
  • Erica
  • Crisantemi

∙ Orto verticale

Orto-verticale

Se oltre ai fiori non volete rinunciare a qualche bel pomodorino fresco, che comunque è anche decorativo, potrete valutare soluzioni smart come le fioriere verticali, che senza occupare troppo spazio utile, vi permetteranno di circondarvi di verdi piantine semplicemente seguendo la stagionalità.

Potrete così avere a disposizione piante aromatiche da orto, semplicemente affacciandovi dalla porta finestra, senza rinunciare allo spazio essenziale.


Domande frequenti

🌼 Cos’è una balconetta?

Le balconette, sono contenitori squadrati, rettangolari, da sistemare sul davanzale della vostra finestra. Non sono altro che vasi con una apposita forma esteticamente ideale per l’esposizione esterna. Ne esistono diversi modelli tutti più o meno funzionali ma con design anche differenti.

🌼 Possono le balconette danneggiare la casa?

La prima cosa che può rovinarsi, è la balconetta stessa. Infatti modelli in legno possono deteriorarsi e marcire velocemente. L’unico aspetto di cui tenere conto, è l’acqua di irrigazione che sgocciola al di fuori del vaso, impregnando il muro sottostante. Questo è sicuramente da evitare.

🌼 Quali sono le migliori piante da balcone?

La petunia, i gerani, il nasturzio e le zinnie sono sicuramente tra i più noti assieme alle begonie. Sono una scelta monotematica ma sempre piacevole alla vista. Per ottimizzare l’aspetto poi, assicurati di contornare i fiori con piante a cascata, come la tradescantia zebrina, l’edera ed altre rampicanti che daranno un tocco selvaggio alla composizione.

🌼 Le fioriere da finestra hanno i buchi di scolo?

I buchi di scolo sono necessari in tutti i tipi di vaso per evitare marciumi radicali. Se il tuo vaso non li ha, sarà sufficiente farne alcuni con un trapano a batteria, di 5-10 mm di diametro saranno più che sufficienti. Alcuni modelli hanno invece un doppiofondo che trattiene l’acqua in eccesso dosandola a necessità.